Da un’idea di Massimo Arduini (su suggerimento di Stefano Accorsi) nasce la “one-off” Peugeot 308 by Arduini Corse, che può contare su importanti evoluzioni che riguardano principalmente l’aerodinamica, la centralina motore, l’impianto frenante e lo scarico. “L’idea me l’ha data Stefano Accorsi, noto attore con il quale ho condiviso alcune gare del TCR lo scorso anno e che avevo conosciuto in occasione del suo film ‘Veloce come il vento’ – ha spiegato Massimo Arduini –. In occasione dei numerosi test in circuito e innamorato della 308 Racing Cup, mi aveva più volte confidato ‘è così bella la Racing Cup da competizione che bisognerebbe farla anche per uso stradale’. Detto fatto. Abbiamo cominciato a lavorare sul concept e abbiamo migliorato ciò che già era quasi perfetto, senza peraltro stravolgere né modificare organi già in qualche modo racing quali cambio e differenziale, che sono rimasti di serie”.

La potenza della Peugeot 308 by Arduini Corse è stata aumentata elettronicamente, passando dai 272 cv di serie a 302 cv, mentre l’impianto frenante Brembo Racing utilizza dischi stradali autoventilati con campana in Ergal, che garantisce maggiore rigidezza in frenata. Tutti i componenti aerodinamici Peugeot Sport sono derivati dalla 308 Racing Cup, con una carreggiata aumentata di 22 cm e peso ridotto a 1.155 kg. 
Gli ammortizzatori sono regolabili a 2 vie KW, i cerchi da 9×18” al posto dei cerchi da 19” di serie, con offset maggiorato e pneumatici Michelin Pilot Sport Cup.