Porsche, ad aprile +32% le vendite in tutto il mondo

La Casa di Stoccarda ha venduto quasi 21.500 vetture sportive. Nei primi quattro mesi di quest'anno, Porsche ha consegnato oltre 72.500 vetture, pari a circa un terzo in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Salone di Ginevra 2015. Debutto mondiale per la Porsche 911 GT3 RS

Ottimo avvio del secondo trimestre 2015 per Porsche. Nel mese di aprile, infatti, la Casa di Stoccarda ha venduto quasi 21.500 vetture sportive in tutto il mondo, per un aumento del 32% rispetto ad aprile 2014. Nei primi quattro mesi di quest’anno, quindi, il costruttore di vetture sportive ha consegnato oltre 72.500 vetture, pari a circa un terzo in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“Sostenuti dall’impulso positivo del primo trimestre, siamo riusciti a mantenere il trend di crescita in tutte le regioni, grazie alla nostra affascinante gamma di modelli. La nuova Boxster Spyder, ad esempio, incarna la vettura sportiva autentica e perfetta che gli appassionati Porsche di tutto il mondo possono avere”, Bernhard Maier, membro del consiglio di amministrazione e responsabile vendite e marketing di Porsche AG.

Nel mese di aprile, in Cina sono state consegnate ai clienti circa 5.000 vetture nuove, pari ad una crescita del 46%. Anche nel mercato statunitense le vetture sportive 911, Boxster e Cayman, Cayenne, Macan e Panamera hanno goduto di grande popolarità superando le 5.200 unità vendute (+28%). Nel mercato interno tedesco, Porsche ha consegnato più di 2.800 vetture, registrando una crescita del 6% circa rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Continua senza sosta il successo dell’iconica 911: solo ad aprile, la due posti con motore posteriore è stata consegnata a 3.254 clienti (+16%). Finora, nello stabilimento di Zuffenhausen sono già state prodotte complessivamente 10.940 unità della 911 (+6 %).