L’idea nasce da Walter Dantone, uno dei soci dello storico Doctor Glass, il brand ceduto qualche anno fa a Car Glass: un network di “riparavetro a domicilio”, in grado di raggiungere ovunque qualsiasi vettura abbia subito una scheggiatura del parabrezza riparandolo in 40 minuti.

Muovendosi con un van e un kit di riparazione che non necessita di energia elettrica (e con il quale si può riparare ogni tipo di vetro, non solo dell’auto ma anche di una vetrina o di un complemento di arredo), il riparavetro a domicilio è “un’offerta quanto mai attuale – racconta Dantone, già attivo con il suo furgone in Lombardia – considerando che il mercato della riparazione vetri auto è in crescita esponenziale per l’economicità e l’immediatezza dell’intervento, ma anche perché evita sostituzioni con vetri non originali, possibili infiltrazioni e, non ultimo, che si verifichino problemi di regolazione degli ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), i sensori di frenata assistita e velocita automatica applicati sul parabrezza”.

Secondo l’International Automotive Glass Federation, in Italia su un parco circolante di 37 milioni di veicoli ci sono in media 2 milioni di richieste di intervento all’anno per scheggiature del parabrezza. Di questi, il 10% sono riparabili.

Walter Dantone, già operativo in Lombardia da settembre, getta così le basi per una nuova avventura imprenditoriale, sicuro di replicare la storia di successo che a fine Anni ‘90 portò un piccolo riparatore di vetri-auto di Piacenza ad affiliare, in un decennio, più di 200 centri in tutta Italia.