Prova su strada Bmw Serie 2 Gran Tourer, la compatta premium a 7 posti

Più lunga di 21 cm rispetto alla Active Tourer, più corta di solo 7 cm rispetto Serie 3 Touring. Grande capacità di carico a 5 o a 7 posti. Al debutto 5 motori benzina e diesel. In estate ne arriveranno altri 3 e a seguire dovrebbe arrivare anche la motorizzazione ibrida plug-in.

Serie2GT_00384

Pigazzano (PC) – Presentata a fine 2014, la Serie 2 Active Tourer è stata la più grossa sorpresa che Bmw abbia lanciato negli ultimi anni: una compatta premium con trazione anteriore, la prima trazione anteriore sfornata dalla Casa bavarese. Già al suo debutto si vociferava dell’arrivo di una versione più grande, in grado di ospitare fino a 7 posti. Eccola, si chiama Serie 2 Gran Tourer.

Sul mercato da inizio giugno, la versione Gran Tourer porta avanti con coerenza la filosofia della Active Tourer: un’auto compatta premium con ampia abitabilità a bordo pensata per quel pubblico giovane che in un’auto cerca stile e funzionalità. Un pubblico non necessariamente “bmwista”, tant’è che il 75% dei clienti della Serie 2 Active Tourer proviene da altri brand. Non una casualità, semmai una dimostrazione di come Bmw abbia colpito nel segno proponendo un’alternativa alla Mercedes Classe B che adesso avrà una concorrente in più, una concorrente che al momento è l’unica sul mercato a proporsi come compatta premium a 7 posti.

LUNGA QUASI QUANTO UNA SERIE 3 TOURING
Stilisticamente la Serie 2 Gran Tourer non si discosta molto dalla Active Tourer: il frontale è identico, cambiano solo il profilo e la parte posteriore modificati per i 21 cm in più di lunghezza di cui gode che portano la lunghezza totale a 4,556 metri, solo 7 cm in meno della Serie 3 Touring, e permettono una capacita di carico che nella versione a cinque posti è variabile da 645 a 1.905 litri e nella versione a sette posti da 560 a 1.820 litri. Anche al suo interno le similitudini con la Active Tourer non mancano: la plancia è identica, mentre si notano i cambiamenti dalla seconda fila di sedili in poi, con la terza fila offerta come optional che scompare completamente nel piano di carico quando non serve.

PAGELLA serie 2 gran tourer

Un dettaglio particolarmente utile è anche il piano di carico pieghevole sotto il quale è stato ricavato un ulteriore spazio nascosto completo di una pratica vaschetta multifunzione dal volume di 100 litri. In questo vano possono essere trasportati la ruota di scorta, offerta come optional, oppure il porta-bicicletta posteriore pieghevole disponibile come accessorio originale Bmw. Un altro highlight pratico della Bmw Serie 2 Gran Tourer sono i cosiddetti “monorail”, dei binari integrati negli schienali dei sedili posteriori dove può essere montato il tavolino ripiegabile e regolabile in altezza e inclinazione.

ALLESTIMENTI, MOTORI E PREZZI
Oltre all’equipaggiamento di serie, la Serie 2 Gran Tourer è personalizzabile con quattro varianti di allestimento: Advantage, Sport Line, Luxury Line ed M Sport, che accentuano sfaccettature differenti con tocchi stilistici particolari sia all’interno che all’esterno.

Al momento del lancio sul mercato a inizio giugno saranno disponibili cinque leggeri e potenti propulsori a benzina e diesel: i tre cilindri 218i 136 cv e 216d 116 cv e i quattro cilindri 220i da 192 cv, 218d 150 cv e il top di gamma 220d 190 cv con trazione integrale intelligente xDrive. In attesa di una motorizzazione ibrida plug-in, durante l’estate arriveranno altri tre propulsori: il benzina 216i 102 cv e i diesel 214d 95 cv (che si posizionerà come entry-level della gamma) e 220d 190 cv.

Ancora in via di definizione il listino prezzi completo, ma si sa già che i benzina partiranno da 28.550 euro e i diesel da 29.450 euro. Con l’arrivo in estate delle altre motorizzazioni, i prezzi d’ingresso si abbasseranno leggermente: da 26.900 euro i benzina, da 28.300 euro i diesel.

BMW A TUTTI GLI EFFETTI
Trazione anteriore a parte, la Serie 2 Gran Tourer è una Bmw a tutti gli effetti, anche se non è pensata per essere una sportiva doc ma di tanto in tanto è possibile lasciarsi andare a qualche eccesso. È dotata infatti di un potente impianto frenante, sterzo elettromeccanico, sistemi elettronici che aiutano la guida sportiva, tasto di selezione della modalità di guida (Eco Pro, Sport e Comfort) e un’aerodinamica con un ottimo valore di Cx di 0,28.

Il nostro primo contatto con la Serie 2 Gran Tourer lungo le strade della Val di Trebbia è avvenuto con la versione M Sport e motore 220d da 190 cv con cambio automatico a 8 rapporti e con il motore 216d da 116 cv. Il 220d in combinazione con i benefici del pacchetto M Sport (come l’assetto ribassato) regala le giuste emozioni per chi vuole all’occorrenza un tocco di sportività, mentre il motore 216d è forse la scelta migliore per la Serie 2 Gran Tourer: il giusto compromesso in termini di prestazioni con consumi che rimangono molto contenuti.

ACCESSORI ORIGINALI
Da perfetta familiare premium la Bmw Serie 2 Gran Tourer è equipaggiabile con una lunga serie di accessori originali che vanno incontro alle più disparate esigenze. Si va dal sistema di trasporto di bici posteriore (in caso di gancio da traino oppure di predisposizione sistema portabagagli posteriore), al sistema per trasportare sul tetto contemporaneamente fino a quattro biciclette in combinazione con il quale ci sono anche delle box porta-tutto dal montaggio semplice che ampliano il volume di carico della Gran Tourer a 460 litri.

Ma c’è anche il pratico Travel & Comfort System, ideato per i passeggeri della zona posteriore e basato su un sistema modulare. Sul supporto di base che viene montato sulle barre dei poggiatesta dei sedili anteriori sono bloccabili in modo sicuro e stabile una serie di elementi che compongono il sistema. Un esempio è il supporto per tablet-computer girevole e regolabile in vari gradi d’inclinazione.

Infine, grazie al Car Hotspot LTE, a bordo della Serie 2 Gran Tourer si possono connettere in tutta comodità fino a otto dispositivi. Il modulo LTE con nodo WLAN è facilmente installabile nella consolle centrale attraverso l’adapter snap-in, mentre la batteria integrata e il connettore USB ne consenteno l’utilizzo anche al di fuori della vettura.