Le vacanze estive si avvicinano e molti italiani si metteranno alla guida. Tra loro anche chi porterà con sé i propri amici a quattro zampe: secondo le stime, sono almeno 7 milioni gli animali in Italia che ogni anno percorrono un viaggio in auto insieme ai loro padroni. Cifra che sale a 60 milioni se si considera l’Europa.

Bisogna ricordare, però, che gli animali domestici sono considerati dal nostro Codice Civile “beni mobili”, e quindi equiparati a un oggetto trasportato in auto. Generalmente, con la sola Rc auto non è prevista nessuna copertura in caso di incidente con torto agli amici a quattro zampe che subiscono danni. Secondo l’indagine “Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani” promossa dalla compagnia assicurativa online Quixa e condotta dall’istituto MPS Evolving Marketing Research, un italiano su 7 dichiara di girarsi o di distrarsi mentre è al volante per guardare gli animali trasportati; percentuale che aumenta per gli automobilisti più giovani (lo ammette il 20% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni).

Con l’obiettivo di fornire un servizio sempre più completo, ecco allora che Quixa ha pensato bene – ed è la prima in Italia – di offrire gratuitamente a tutti i propri clienti la copertura per tutelare gli animali domestici durante i viaggi in auto. Con la nuova estensione di Responsabilità Civile auto, denominata “Pet On Board”, è dunque previsto un rimborso per le spese medico-veterinarie sostenute dall’assicurato per la cura di lesioni riportate dal proprio animale domestico trasportato a bordo, fino a un massimale di 500 euro.