Approvato il disegno di legge che prevede l’obbligo in auto di seggiolini “salva-bebè” con dispositivi acustici per ricordare la presenza del bimbo a bordo. Un primo risultato per tentare di evitare numerose tragedie dovute a banali distrazioni. Il Ministero auspica che la proposta di legge venga approvata in tempi brevi dal Senato, così da diventare legge a tutti gli effetti già da gennaio 2019.

La Commissione Trasporti della Camera ha approvato anche un emendamento al testo, di due soli articoli, che apre alla possibilità di prevedere “agevolazioni fiscali, limitate nel tempo”. L’arrivo dello sconto dipenderà dall’esito dell’interlocuzione tra Mit e ministero dell’Economia sulle risorse. I dispositivi anti-abbandono sui seggiolini auto dei bambini attraverso un segnale luminoso e uno acustico avviseranno i genitori della presenza del bimbo in auto anche quando si spegne la macchina, così da evitare che vengano dimenticati dentro l’abitacolo.