Palermo – Guida green e impatto zero sono i nuovi traguardi di Sicily by Car, azienda nata nel 1963, con una flotta di 20.000 auto, di cui 5.000 nell’isola, proposte con tariffe tutto incluso, le più allettanti sul mercato nazionale ed internazionale. Ora, in linea con i tempi che cambiano, si insiste e si crede nell’auto a zero emissioni in Sicilia. E puntualmente, a stretto giro di posta, è stato illustrato il primo progetto in Italia e in Europa di mobilità elettrica diffusa.

Eco Tour Sicilia prevede l’introduzione nella flotta a noleggio di Sicily by Car di 200 Renault Zoe, modello che vanta un’autonomia di 400 km. Ad illustrarlo è stato, ovviamente, Tommaso Dragotto, quel signore sempre sorridente ed elegante che si vede nei giganteschi posters negli aeroporti o nelle pagine pubblicitarie dei quotidiani e riviste più importanti.

“Credo con certezza che il futuro della mobilità e della qualità del territorio risiedano in questi tipi di vetture silenziose e non inquinanti – ha detto Dragotto – dove tecnologia ed innovazione sono sempre più orientate a soluzioni sempre più avanzate di circolazione eco-compatibile. Quindi saremo in grado di offrire una nuova modalità di guida in Sicilia, un’isola dove la tutela del patrimonio naturale deve essere una priorità condivisa e ricercata dalla Pubblica Amministrazione e dalle Compagnie private. Palermo deve diventare la stella polare del Mediterraneo. Recentemente negli Usa ho illustrato al Niaf la Sicilia 2017 su mia personale iniziativa”.

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando si è soffermato su due valutazioni: “fare autostima e ampliare la narrazione in tema di mobilità, apprezzando nel contempo l’impegno di Enel e di Renault, brand che qui a Palermo è ben noto per avere concretizzato con le sue vetture il car sharing”.

“Siamo orgogliosi di contribuire alla realizzazione di questo progetto – ha puntualizzato invece Nicola Lanzetta, responsabile mercato Italia di Enel – attraverso il quale i siciliani, i palermitani e i turisti avranno la possibilità di muoversi in elettrico all’interno dell’isola”.

“Puntare sulla mobilità elettrica significa anche valorizzare lo straordinario patrimonio naturalistico nonché artistico-culturale di cui la Regione Sicilia è un valido esempio – ha commentato Bernard Chrètien, direttore generale di Renault Italia. Enel collocherà 250 colonnine di ricarica (presto diventeranno 400) in numerosi punti dell’isola, a cominciare da Palermo e provincia. I sindaci sono invitati a farne richiesta all’Enel cosicché sarà possibile offrire a tutti di viaggiare attraverso la Sicilia con le auto elettriche. E non bisogna dimenticare che Palermo sarà la capitale della cultura nel 2018.

“Un’idea geniale quella della mobilità a zero emissioni”, ha sottolineato Giuseppe Lupo, vice presidente dell’Assemblea Regionale. Dunque la Renault Zoe è pronta a sfrecciare in silenzio, sicura e agile, con una linea inconfondibile. Piacevole da guidare grazie al suo cambio automatico, ideale negli spostamenti quotidiani, Zoe si può ricaricare a casa, in ufficio, per strada, appunto con le colonnine Enel, al centro commerciale o al supermercato, nelle aree di sosta delle autostrade.

Il carica batterie Cameleon supporta le diverse potenze di ricarica disponibili sia monofase che trifase fino a 43 kW. Bastano solo 30 minuti per ottenere fino a 120 km di autonomia dei 400 complessivi. Connessa dentro e fuori con lo smartphone. Per localizzare le colonnine di ricarica basta chiederlo al tuo tablet sul sito Renault o Renault R-Link.

di Vincenzo Bajardi