Suzuki GSX-R con grafiche race replica MotoGP

Una nuova livrea “Blu GP” in omaggio al ritorno ufficiale nella classe regina del Motomondiale. GSX-R1000 ABS e GSX-R750 sono fornite anche con lo scarico Yoshimura, in omaggio assieme al silenziatore originale.

Suzuki GSX-R con grafiche race replica MotoGP

Il nome GSX-R è un vero marchio di fabbrica per Suzuki che da trent’anni si traduce in emozione, adrenalina e vittorie in pista. Esattamente da qui si apre il capitolo 2015 della famiglia “top performer” di Suzuki, con l’arrivo della colorazione “Blu GP” per l’intera famiglia GSX-R (600, 750 e 1000), omaggio al ritorno nel campionato MotoGP con il nuovissimo prototipo GSX-RR. GSX-R1000 ABS e GSX-R750 sono fornite anche con lo scarico Yoshimura, in omaggio assieme al silenziatore originale.

GSX-R1000 ABS
Superbike dalle prestazioni estreme, ora anche con ABS. La GSX-R1000 ABS affianca nell’offerta Suzuki la versione standard con una scheda tecnica che continua a confermare il punto d’incontro ideale tra esuberanza e guidabilità. Il propulsore quattro cilindri in linea da 999 cm³ stupisce infatti con i suoi 185,1 cv e i 117 Nm di coppia.

Il sistema di scarico, del tipo 4-2-1, adotta una valvola SET (Suzuki Exhaust Tuning) che irrobustisce la coppia e ottimizza la risposta dell’acceleratore, soprattutto ai bassi e medi regimi. La GSX-R1000 è dotata anche del sistema di gestione digitale del motore S-DMS (Suzuki Drive Mode Selector) con tre diverse mappature.

La forcella è una Showa BPF (Big Piston Forks) collaudata nelle gare di Endurance e, così come il monoammortizzatore, vanta molteplici possibilità di regolazione. La ciclistica si completa dell’ammortizzatore di sterzo a controllo elettronico, mentre l’impianto frenante con doppio disco anteriore flottante da 310 mm vede pinze Brembo monoblocco ad attacco radiale derivate dalle competizioni.

Il prezzo per la GSX-R1000 senza ABS è di 14.600 euro, con ABS si passa a 14.990 euro.

GSX-R750
La compattezza nelle dimensioni e il peso contenuto sono la risposta giusta per chi cerca il massimo. Il motore quattro cilindri in linea da 750 cm³ utilizza la migliore tradizione racing di Suzuki: rapporto di compressione elevato, bielle pallinate, cilindri rivestiti al cromo nitruro per la massima resistenza e affidabilità.

Sempre dai prototipi da corsa deriva la tecnologia che ha dato forma agli alberi a camme dal profilo racing, che lavorano assieme a leggerissime valvole in titanio. Dall’esperienza nelle competizioni deriva anche il circuito di controllo dell’accensione, con l’iniezione elettronica affidata al sistema SDTV (Suzuki Dual Throttle Valve) e sistema di polverizzazione del carburante a 8 fori. L’elettronica provvede alla selezione manuale di due mappe motore, così da adattare l’erogazione del propulsore alle diverse condizioni di guida.

L’impianto di scarico in acciaio Inox con silenziatore in titanio è dotato di valvola SET che perfeziona la coppia e la risposta al comando del gas anche ai bassi e medi regimi. La frizione adotta il sistema antisaltellamento, mentre l’impianto frenante è dotato di due dischi anteriori flottanti da 310 mm lavorati da pinze monoblocco ad attacco radiale. Di tipo radiale è anche il comando al manubrio del freno, che presenta diverse possibilità di regolazione al pari di quello della frizione e delle pedane poggiapiedi.

Per il 2015, la Suzuki GSX-R750, con scarico Yoshimura, è proposta al prezzo di 12.990 euro.