Novità per il crossover Toyota C-HR, che si dota adesso del cambio manuale sul motore 1.2 turbo benzina da 116 cv (85 kW) di potenza e 185 Nm di coppia disponibili tra i 1.500 e i 4.000 giri/min. Il motore sfrutta tecnologie avanzate che consentono di passare dal ciclo Otto a quello Atkinson, utilizzando nuovi collettori di aspirazione, un collettore di scarico integrato nella testata e un sistema di gestione della temperatura. In più, adotta l’iniezione diretta e il turbo con raffreddamento ad acqua, mentre il sistema VVT-i (Variable Valve Timing – intelligent) presente già sul motore 1.0 in dotazione sulla gamma Aygo e Yaris è stato sostituito dal nuovo VVT-iW (Variable Valve Timing – intelligent Wide) in grado di assicurare maggiore flessibilità nell’alzata delle valvole.

Il cambio manuale di C-HR sarà introdotto solo su questo motore e soltanto sull’allestimento Active, che diventa quindi l’entry level della gamma con una dotazione molto ricca che comprende, ad esempio, cerchi in lega da 17”, Smart Entry & Push Start, Toyota Touch2 con telecamera posteriore e schermo da 8 polllici, clima automatico bi-zona e il Toyota Safety Sense.

Il sistema di sicurezza attiva di Toyota, standard su tutti gli allestimenti, prevede sistema anti collisione con rilevamento pedoni, riconoscimento segnaletica stradale, avviso superamento involontario della corsia di marcia, abbaglianti automatici e cruise control adattivo.

Toyota C-HR (qui tutte le altre info) con motore 1.2 turbo benzina e cambio manuale sarà offerto a partire da 20.950 euro.

Con il suo ingresso in gamma non saranno più disponibili gli allestimenti Active e Style CVT, sia 2WD che 4WD, oltre alla versione Business CVT 2WD. Invariata, invece, la gamma ibrida, proposta a partire da 23.950 euro in caso di usato da ritirare.