Jaguar Land Rover punta a realizzare un veicolo a guida autonoma entro i prossimi 10 anni. Nel frattempo prosegue con i test. L’ultimo ha visto protagonista una Range Rover Sport, che ha completato il primo giro a guida autonomo su uno dei tracciati stradali più impegnativi del Regno Unito. “La Ring Road a Coventry è nota per la complessità dei raccordi e degli svincoli. Presenta condizioni molto impegnative, specialmente nelle ore di punta – ha commentato Mark Cund, Jaguar Land Rover Autonomous Vehicle Research manager –. Il nostro veicolo autonomo non risente della pressione, della frustrazione o della stanchezza che possono far parte dell’esperienza di chi guida, e perciò è in grado di trasformare una situazione potenzialmente stressante in una condizione completamente rilassata”.

Il prototipo a guida autonoma della Range Rover Sport ha saputo affrontare la complessa Ring Road di Coventry, effettuando cambi di corsia, immettendosi nei flussi di traffico e imboccando correttamente gli svincoli. Il tutto con un limite di velocità di 65 km/h. Il test di Land Rover rientra nell’ambito del progetto triennale UK Autodrive, finanziato dal governo britannico e che terminerà proprio in questo mese di ottobre. La Range Rover Sport è stata modificata con l’aggiunta di nuovi sensori di navigazione e i tecnici di Jaguar Land Rover hanno sviluppato varie tecnologie di connessione nell’ambito dell’UK Autodrive. Una di queste, per aumentare la sicurezza e ridurre i consumi, si serve di Internet per connettere i veicoli fra loro e con le infrastrutture (ad esempio i semafori).