[VIDEO] CrossHelmet X1, il casco con telecamera posteriore e realtà aumentata

Borderless ha presentato a Eicma il casco intelligente che con una telecamera posteriore integrata e la realtà aumentata offre una visione completa di ciò che si trova davanti e dietro il motociclista.

Non è facile aumentare la sicurezza dei motociclisti, ma Borderless ha presentato a Eicma 2018 qualcosa che potrebbe letteralmente rivoluzionare l’esperienza di guida sulle due ruote. CrossHelmet X1 è infatti un casco con caratteristiche uniche nel suo genere: un campo visivo a 360° grazie a retro-camera integrata, controllo del suono, connettività Bluetooth, comandi vocali e un touchpad. “Gli alti tassi di incidenti in moto sono spesso causati dalla scarsa visibilità o dalla distrazione – ha affermato il fondatore e amministratore delegato di Borderless, Arata Oono –. La nostra tecnologia esclusiva riduce questo problema fornendo una telecamera posteriore che visualizza ciò che è dietro di te per eliminare i punti ciechi e un campo visivo frontale del 30% più ampio rispetto ai tradizionali caschi”.

I punti ciechi in questo nuovo casco sono completamente eliminati grazie a una rivoluzionaria tecnologia di realtà aumentata. Una telecamera posteriore integrata proietta le immagini direttamente su un display head-up affinchè il motociclista non debba distogliere lo sguardo dalla strada davanti per controllare lo specchietto retrovisore. Un’app che collega lo smartphone al casco via Bluetooth consente di controllare i livelli della batteria e le luci di sicurezza, regolare le impostazioni del rumore e accedere alle mappe. L’app permette di visualizzare le informazioni sul display head-up e mostrare le indicazioni per raggiungere la meta desiderata, la bussola, il meteo, l’ora e i dati di percorrenza.

Non solo tecnologia al servizio della sicurezza, ma anche in favore del comfort. CrossHelmet X1 è infatti equipaggiato con un sistema brevettato di riduzione del rumore, il primo del suo genere nel settore motociclistico, che utilizza una serie di algoritmi per filtrare le distrazioni del suono come la strada, il motore e il rumore del vento, mantenendo i segnali acustici necessari per la sicurezza del motociclista. E si possono utilizzare anche i comandi vocali senza mai toccare lo smartphone e senza fermarsi, accedendo a Siri o a OK Google, oppure creare una chat di gruppo che consente di comunicare con più persone contemporaneamente, anche senza CrossHelmet. Quanto costa? Il prezzo al dettaglio è previsto a 1.799 dollari, ma con la campagna di pre-ordine già attiva (qui) si può avere un prezzo ridotto di 1.500 dollari.