Continua la marchia trionfale di Sebastien Ogier verso i nove titoli mondiali di Sebastian Loeb. Si attendeva un finale al cardiopalma nell’ultimo Rally d’Australia e i responsi non hanno tradito le attese, regalando agli appassionati una delle conclusioni più belle ed emozionanti da quanto esiste il mondiale rally. Grazie al quinto posto conquistato a Coffs Harbur, il francese di casa M-Sport è riuscito a completare una rimonta quasi disperata, partita dallo zero in casella rimediato in Portogallo, conquistando probabilmente il suo titolo (il sesto) più bello da quando corre nel WRC. Weekend invece estremamente deludente per Thierry Neuville e Ott Tanak, visto che entrambi non sono riusciti a conquistare un titolo che avrebbe rotto la tradizione dei piloti francesi nelle ultime stagioni.

Il belga, mai in lotta per le posizioni di vertice durante il fine settimana, ha commesso un errore durante la speciale 21, danneggiando irreparabilmente la propria i20. Discorso diverso per l’estone di casa Toyota, in testa fino alla speciale 20 ma autore di uno svarione che gli è costato il rally. Il ritardo in classifica, in ogni caso, non permetteva all’alfiere della Toyota di sperare concretamente nel campionato (Ogier ha preferito un approccio cauto durante tutta la tre giorni, evitando rischi inutili).

Il francese, grazie a questo titolo, chiude nel migliore dei modi la propria parentesi con il team M-Sport, conquistando due titoli mondiali con una squadra praticamente privata. Una bella soddisfazione per il pilota che affronterà il prossimo campionato con la casacca di Citroen. Per quanto riguarda il titolo costruttori, invece, Toyota è riuscita nell’impresa di chiudere in vetta alla classifica, conquistando il primo piazzamento alla seconda stagione in WRC.

Toyota WRC 2018

Il team Toyota Gazzo Racing ha conquistato il titolo WRC costruttori nella tappa finale della stagione in Australia grazie alla vittoria di Jari-Matti Latvala e al quarto posto di Esapekka Lappi. Una vittoria che arriva dopo 18 anni e che vede Toyota vincere il titolo per la quarta volta. Il round finale in Australia ha confermato le prestazioni della Toyota Yaris WRC, con Ott Tänak e Latvala in testa alla corsa nella giornata di sabato. I tratti fangosi e scivolosi di domenica hanno messo però in difficoltà più piloti, tra cui Tänak che è stato costretto al ritiro nella penultima PS dopo aver colpito un albero mentre si trovava in seconda posizione.

Latvala, evitando errori e vincendo tre tappe nell’ultimo giorno, ha conquistato il primo posto con 32,5 secondi di vantaggio: la quinta vittoria della squadra del 2018. Tänak, Latvala e Lappi hanno concluso la stagione rispettivamente al terzo, quarto e quinto posto nella classifica piloti, con Tänak in lotta per il titolo piloti fino all’ultimo giorno in Australia.

“Congratulazioni a Jari-Matti e Miikka per la vittoria del Rally in Australia – ha commentato il team chairman Akio Toyoda –. Vederli sul gradino più alto del podio all’ultima tappa è stato emozionante, dopo quella che a volte è stata una stagione difficile. Mi sento molto grato, in qualità di presidente della squadra, di ottenere un risultato così importante al secondo anno, dopo essere tornati al WRC dopo 18 anni. Sono grato a Tommi, che ha continuato a rafforzare la Yaris WRC per vincere questo titolo, a tutti i membri del team che hanno supportato Tommi e ai sei piloti e copiloti che hanno guidato la Yaris verso il nostro obiettivo”.

“Abbiamo vissuto delle emozioni incredibili oggi – ha commentato il team principal Tommi Mäkinen –. Questo è stato il round finale più duro di una stagione che io possa ricordare. Il ritiro di Ott così vicino alla fine è stata una grande delusione, ma Jari-Matti poteva ancora vincere. Anche Esapekka ci ha aiutato a segnare i punti di cui avevamo bisogno. Abbiamo iniziato questo progetto tre anni e mezzo fa e ci siamo rafforzati molto più velocemente di quanto immaginassimo. L’anno scorso eravamo qui per imparare e raccogliere dati. Questo è il risultato dell’enorme sforzo di tutti i membri del team e sono certo che questo successo ci motiverà ulteriormente per continuare a migliorare nel 2019”.